lunedì 17 luglio 2017

Ed ora partiamo con alcune recensioni....


Titolo : I Cavalieri della Vita
Autore : Maria De Riggi
Genere : Fantasy
Pagine : 152







Trama 

Due ragazze ,Miriam e Giulia , si risvegliano in un bosco , senza ricordare nulla .  La loro mente è vuota . I ricordi cancellati. Iniziano allora un incredibile viaggio, alla ricerca della propria identità. Il loro destino è legato ad un ragazzo di nome Dominique. I ragazzi scoprono di essere i detentori di un essenza divina che è stata divisa in tre parti, permettendo loro la nascita. Miriam racchiude in se il seme del  Bene, Giulia quello del  Male, mentre Dominique è l’ equilibrio tra le due forze opposte. Solo la ricostituzione dell’essenza divina permetterà a Miriam di ricevere di ricevere un prezioso dono, talmente potente da cambiare le sorti dell’umanità.




Recensione

 La storia di questo libro è molto particolare, questo è un romanzo che esce dal comune stile fantasy e si intreccia con il  misticismo, in un modo molto soft  da non fare  risaltare esageratamente la parte religiosa , così  da lasciare spazio  al credo del  lettore , qualunque esso sia.  Scritto in modo  scorrevole, con una delicatezza quasi fiabesca, riprende l’eterna lotta tra il bene e il male.  Il libro inizia con il risveglio nel bosco di Miriam e Giulia , le due protagoniste ,  con il loro sconvolgente turbamento, dato anche da un’evidente amnesia. Entrambe sono costrette a fare  una ricerca interiore e devono  lottare  per la sopravvivenza . Tutto questo coinvolgerà e stravolgerà non solo le loro vite , ma anche quelle  di  chi incrocia il loro cammino.  
 “Cosa sarà accaduto alle ragazze ??? Come mai si sono risvegliate insieme in un posto sconosciuto ??? “
Tutto ciò viene svelato durante il corso della storia , arricchita anche dalla presenza  di altri personaggi chiave , che aiuteranno le ragazze a svelare i misteri in cui è coinvolto  il futuro dell’intera umanità. I protagonisti si incontrano in un’altra dimensione, e scoprono di avere un compito molto importante da  portare a termine. Il compito di ogni singolo personaggio è legato al compito dell’altro  e le decisioni  da prendere   condizioneranno in modo drastico l’esito dell’intera missione che è stata  loro affidata . Senza conoscersi , essi dovranno collaborare insieme e trovare il modo per allinearsi in modo che le loro azioni possano portare al raggiungimento  del’obbiettivo finale. Questo argomento , ci fa capire quali siano le difficoltà di tutti noi quando si ha a che fare con degli sconosciuti, la difficoltà di fidarsi , di aprirsi, di aiutare, ecc …      


La scrittrice con la sua storia sottolinea  la difficoltà umana di considerare il prossimo parte di noi, in effetti questa potrebbe essere la chiave per  un mondo in equilibrio. C’è  anche un ulteriore quesito, rimasto in sospeso nella trama …
“ Miriam riuscirà ad avere il suo dono ??”  e la domanda che mi sono posta io fin dall’inizio del libro è stata :
“ Di che dono di tratta ??”
Vi invito  scoprire da soli la risposta alle mie ipotetiche domande.
Tra le pagine di questo libro troviamo, la suspense  del thriller , la dolcezza del romanzo  e la caratteristica del fantasy , cioè il paranormale. Il messaggio che la scrittrice manda attraverso il suo libro, è un messaggio di  fede e d’amore, perciò è adatto a tutti i lettori.                                                                                                        


Sono stata molto coinvolta da questa lettura, la parte in cui i protagonisti si ritrovano in un’altra dimensione, pur essendo vivi in questa , mi è piaciuta molto. Lì  essi  lavorano e agiscono  per portare equilibrio nella vita che stanno facendo in questa dimensione. Anche se sembra surreale , l’esperienza che fanno è molto simile all’esperienza che hanno fatto molte persone che son state in coma e poi si sono risvegliate, la maggior parte con la consapevolezza di aver avuto una seconda possibilità ,cambiando radicalmente  le loro abitudini e con una prospettiva , completamente diversa da prima, della vita stessa.     I miracoli della vita mi hanno sempre affascinata , soprattutto gli eventi che non hanno una spiegazione razionale, perché  è proprio li che è racchiusa la conoscenza universale. 

 A cura di Pia Sella

                                                                     

Nessun commento: