lunedì 17 luglio 2017

E ora veniamo ad una delle tante letture che mi hanno accompagnato nella mia pausa estiva...




Professione Cam Girl
Di Matt J. McKinnon
Genere: Romanzo erotico
Pagine: 399








Trama

Dopo aver concluso l’università, Hellen Cook, affascinante ragazza di Philadelphia, si trova a fare i conti con le difficoltà di un lavoro precario e scarse risorse economiche. Quando un certo Mark la contatta al numero del call center dove lavora, provocandola con insistenti avances, si ritrova coinvolta, suo malgrado, nel vortice di un gioco erotico virtuale sempre più seducente.
Convinta di poter governare quel rapporto, si concederà sempre più, fino a subire il fascino di Mark, oscuro ed enigmatico amante senza volto, restandone travolta. Le cose tra loro evolveranno fino a desiderare di incontrarsi, oramai incapaci di opporsi a quella trasgressiva e segreta passione.
Matt J. McKinnon ci offre una storia ad alto tasso di erotismo, ambientata nell'attualissimo mondo delle chat e delle cam girls, dove i primordiali istinti animali trovano ampio sfogo, per trascinare il lettore verso un finale tanto inatteso quanto sconcertante.


Ero davvero curiosa di leggere questa storia,avendo letto il primo libro di questo autore "Risorse Umane",avevo grandi aspettative,e sapete?!
Sono state pienamente soddisfatte,anzi se devo dirla tutta sono stata ancora una volta piacevolmente colpita.
La trama mi sembrava niente di nuovo o già letto, ma non avevo fatto i conti con l'incredibile abilità dello scrittore, di coinvolgerti, inebriarti e appassionarti con il suo modo di scrivere.
Sapete non riesco a trovare le giuste parole per descrivere questa sua abilità, leggendolo è come guardare un film,le parole diventano immagini davanti agli occhi e tu ti ritrovi a toccare con mano e a sentire ogni brivido d'eccitazione e ogni emozione in prima persona.

" I libri sono vivi, i loro autori riempiono delle pagine, fiumi di parole. Alcuni con lunghe descrizioni, altri con fitti dialoghi. Quando hanno finito,chiudono il libro e gli alitano sopra: così regalano loro l'eternità"...

Cavolaccio quanto ho amato il personaggio di "Mark" , un uomo che con le sole parole riesce ha renderti come pasta modellante tra le sue mani, con lui non puoi essere razionale.
La storia è intrigante, a volte irreale (non vi svelo quali,lo scoprirete), e che ridere quando ho letto la parola "Passerina" è quasi sembrato sia stata usata proprio per smorzare il momento. E poi che dire del finale, ancora una volta lo scrittore mi ha colpita e affondata, in cuor mio spero davvero in un seguito!!!!

Emanuela

                                                                     

Nessun commento: