sabato 23 settembre 2017

Terzo appuntamento con la mia rubrica " READ & EAT "....

In occasione del prossimo Release Blitz per il secondo capitolo della serie, oggi vi parlo di una storia ricca di mistero e suspance, passionale e intrigante. Eccovi il primo capitolo della serie " THE DARKEST NIGHT " di Alice Sagara Lux.



Novità in casa Quixote......


E.S CARTER – Love by Numbers series


Elena ha letto per noi....

TALON
Di Julie Kagawa

Serie: Talon
Genere: young adult, fantasy, urban-fantasy
Editore: Harlequin Mondadori (collana hm)
Data di pubblicazione: 6 Ottobre 2015

                                                 

TRAMA

Ci fu un tempo in cui i draghi furono cacciati fino quasi all'estinzione dai cavalieri dell'Ordine di San Giorgio. Da allora, nascosti sotto sembianze umane, i draghi di Talon sopravvissuti al massacro si sono moltiplicati e hanno acquisito maggiore forza e astuzia nel corso dei secoli: non manca molto a quando saranno pronti a diventare i padroni del mondo, senza che gli esseri umani nemmeno se lo immaginino. Ember e Dante Hill sono gli unici esemplari di draghi fratello e sorella, addestrati per infiltrarsi nella società degli uomini. Ember non vede l'ora di vivere come una teenager qualunque e godersi quell'unica estate di libertà che le sarà concessa, prima di ricoprire il ruolo a lei destinato dentro il regno di Talon. Ma l'Ordine è sulle loro tracce per terminare quanto non era stato fatto nel passato: annientarli tutti. Il cacciatore di draghi Garret Xavier Sebastian, però, non può uccidere, a meno che non sia sicuro di aver trovato la propria preda. E niente è certo quando si tratta di Ember Hill.

RECENSIONE
Narrazione brillante, trama un po’ diversa dai soliti fantasy (anche se l’ambientazione non è totalmente fantasy), a cui si aggiunge un’ulteriore nota positiva: Julie Kagawa è veramente molto brava. Riesce a far vedere agli occhi del lettore tutto ciò che avviene attorno ai personaggi e nel loro “IO” con una tecnica talmente convincente, che durante la lettura è impossibile non farsi scorrere il romanzo davanti agli occhi, con la stessa quantità di movimenti, reazioni, gesti, pause e accelerazioni che sarebbero tipiche del guardare un film.
L’autrice non si lascia scappare i dettagli importanti, i piccoli movimenti che accompagnano sempre gesti più importanti e le parole. Insomma, riesce a fornirci tutti quei piccoli aiuti che permettono di entrare nella storia in maniera tanto perfetta da poterla vedere.
Con queste caratteristiche, anche se il romanzo si rivolge soprattutto ad un pubblico di teenager, la lettura diventa apprezzabile anche per chi è alla ricerca di una storia fluida, e poco impegnativa. Mi è però dispiaciuto che, a dispetto della tecnica narrativa davvero brillante, questa sia la prima volta in cui non ho evidenziato neppure una frase da proporvi: è mancata del tutto quella scintilla speciale che poi fa brillare anche un po’ il libro. 
Il finale rimane in sospeso, si intuisce che alla fine in un modo o nell’altro, si debba raggiungere un lieto fine, ma non amo questi trucchetti per invogliare i lettori ad acquistare il secondo volume.
Sono del parere che, se l’autore merita (e in questo caso non ho dubbi) e la storia sia convincente (idem) chiunque abbia amato il primo volume vorrà di certo confrontarsi anche con il secondo e con quelli seguenti. Altrettanto fermamente credo che, se acquisto un libro, questo debba avere da un capo e dall’altro dello svolgimento della storia, un inizio e una fine.

Questo non vuol dire che non ci si possa lasciare aperte delle strade per scrivere un seguito, ma lasciare un buon libro privo di un finale vero, a mio giudizio merita la decurtazione almeno di una stella. Solo per questo motivo non do il massimo dei voti, anche se li avrebbe meritati tutti (fino alla penultima pagina) in proporzione alla categoria a cui appartiene. 

Alla prossima , Elena.

venerdì 22 settembre 2017

Rubrica - Tè e libri - by Nicoletta

Buongiorno amici appasionati
oggi vorrei parlarvi dell' Isola del Tè
Ceylon è l'isola misteriosa e romantica conosciuta per i suoi gioielli, le spezie ma per noi amanti del tè è l'isola del tè.
Lo Sri Lanka è un territorio fertile, rigoglioso, ricoperto da ricca vegetazione e irrorato da numerosi corsi d'acqua. 
Lungo la costa troviamo piantagioni di cocco e cannella, addentrandoci verso l'interno 
invece si trovano campi di riso alternati ad alberi da frutto con alcune piantagioni  superstiti di caffè affianco ad alberi di cacao.
Poi si arriva in quella che un tempo era una giungla ricca di animali con mille varietà di uccelli e che ora ospita le piantagioni di tè.
Questo spazio si estende fino alla cima di Adam's Peak il monte sacro sia ai buddisti che ai musulmani perchè alla sua sommità troviamo un impronta di piede che i primi attribuiscono a Buddha ed i secondi ad Adamo.
Milioni di pellegrini ogni anno scalano questa vetta dalla cui cima si può vedere la costa in mattine particolarmente limpide.
Fu grazie al pioniere James Taylor e ad una fortuita malattia delle piante di caffè, che prima ricoprivano l'isola, che questa pianta trovò il suo habitat ideale in questa piccola isola tropicale.
La Camellia Sinensis è una pianta forte e robusta ma ha bisogno di molta pioggia e di una temperatura costante nel corso dell'anno, e l'isola di Ceylon ha proprio questo da offrire. Però le temperature sulla costa e nelle diverse altitudini variano molto e anche le pioggie sono divise per territorio nel corso dell'anno.
Questo fa si che il terreno sia molto fertile e ricco, permettendo raccolti abbondanti e continui, donando un carattere distintivo organolettico unico in base alle varie regioni in cui si raccoglie.
Il tè è come il vino, in base alla stagione, al terreno, alle precipitazioni e all'esposizione varia nella sua resa finale anche se raccolto nella stessa zona, ma in periodi diversi.
Un degustatore attento potrebbe capire la differenza di raccolto delle foglie di questa pianta.

Nello specifico il tè prodotto sulle montagne è più delicato e leggero con un infuso chiaro e brillante, mentre scendendo di quota, l'infuso diventa più corposo e intenso fino ad arrivare alle note più scure e sapide dei tè cresciuti a livello del mare.
Per questo l'isola viene divisa in sette regioni da cui prendono il nome i diversi tipi di tè, ma di questo parleremo nella prossima puntata.
A presto, Nicoletta
Se vuoi scoprire di più su questa benefica bevanda, partecipa alle nostre serate di degustazioni, ecco il link per acquistare i biglietti bit.ly/biglietticorsi


Nicoletta
Caffè Tè Articoli da regalo
di Valentino Nicoletta
Coccaglio(BS)
sede legale Via caselle n.1
ubicazione negozio Via Martiri della Libertà n.4
mail: valentino.nicoletta1981@gmail.com

FB @solodanicoletta

Questa la lettura scelta per voi, fateci sapere cosa ne pensate, magari con un commento o una recensione!


Trama

Tredicesimo secolo, antica isola di Sri Lanka. La chiamano «lacrima d’India» per la sua vicinanza al continente indiano, ma il popolo dell’isola non sa che sta per piangere lacrime brucianti: l’invasione dell’esercito del re straniero Magha il Kalinga è fulminea e spietata e l’usurpatore, sanguinario e umorale, risparmia ben poche persone. Tra queste, Asanka, il poeta di corte, che ha salva la vita a una condizione: deve tradurre nella lingua locale lo Shishupala Vadha, il più grande poema epico sanscrito. Un testo amatissimo da Magha, che vuole farne lo strumento per assoggettare anche culturalmente il popolo. Il mondo di Asanka crolla d’un colpo: anche l’amore clandestino con una bellissima serva di palazzo, Sarasi, a cui lui insegnava i segreti della scrittura, ora è in pericolo. Ma accade qualcosa di sorprendente. In un gesto istintivo e non calcolato, Asanka azzarda modifiche significative all’opera e in ogni capitolo che traduce, subito distribuito al popolo, inserisce critiche sempre più feroci all’usurpatore. A poco a poco, l’orgoglio e il desiderio di ribellione del popolo si risvegliano, e i versi divengono un vento crescente che alimenta i focolai di insurrezione. È un gioco sottile e pericoloso, che rischia di mettere a repentaglio tutto ciò a cui Asanka tiene, ma è l’unico gioco che valga la pena giocare, perché Asanka adesso sa che il potere della spada è nullo a confronto con quello della parola. 
Romanzo d’esordio dal respiro epico e dal sapore esotico, Il fiume nero scorre intimo come una confessione e incalzante come un thriller storico. Un inno alla perseveranza dei sentimenti e al potere magico della parola, capace di resistere agli assalti della spada e del tempo.

RUBRICA - LA POESIA-


Poesia e musica, poeti e cantanti, non sono forse  due facce della stessa medaglia? 
Da sempre, scrivere poesie viene visto dalla società come  un passatempo, un modo per giocare con le parole. Poeta può essere definito chi per predisposizione è mosso da forti passioni e da fervida fantasia, manifesta i suoi pensieri e sentimenti in forme vive ed armoniose. Il poeta è una persona che per determinati motivi, decide di scrivere in versi piuttosto che in prosa. 
Poesia, quell’arte di rappresentare fatti, immagini, sentimenti, con parole disposte secondo una metrica stabilita oppure attraverso uno schema libero.
Da circa mezzo secolo, accanto a questa figura, è nato il cantautore. Oggi ci sono, nel nostro panorama musicale, molti personaggi che si definiscono cantautori ed al medesimo tempo poeti.
I veri cantautori si possono contare sul  palmo della mano, a mio modesto parere.
Un cantautore scrive,canta e descrive attraverso la propria fantasia e la propria essenza. Spesso usa l'ironia, il linguaggio dei più giovani, affronta tematiche sociali, ci butta la rabbia contro le ingiustizie, la paura del futuro, ci parla di un amore perduto, di uno appena nato , di un'amicizia..... Insomma secondo me Poesia e Musica sono strettamente legate, entrambe fanno da ponte tra chi le scrive e chi le legge e ascolta, creando un legame invisibile e unendo persone sconosciute alla vista ma vicine nell'animo.
E dopo questa piccola introduzione eccovi il giochino di questa settimana, indovinate canzone e autore degli estratti postati qui sotto. Il primo che indovina tutti e tre vince un segnalibro del blog.


Via ai commenti..... Emanuela

Una nuova storia, un nuovo genere ma la stessa Gioia De Bonis.....venite a scoprire il suo nuovo romanzo.

Dopo averci fatto innamorare dei suoi Sweet personaggi, l'autrice Gioia de Bonis, torna con una nuova esperienza. Si perchè stavolta l'autrice si è buttata nel genere fantasy, storie di angeli e uomini, di amore e destino, non ci resta che attendere il 5 ottobre, per saperne di più...




AUTORE: Gioia De Bonis

TITOLO: Angels- Wings of light

SERIE: Angels Saga (vol. 1)

USCITA: 5 ottobre 2017


Trama


Secoli fa Dio diede il libero arbitrio anche agli angeli, e questi decisero di amarsi sopra ogni cosa.
Adam, Aidan e Aileen sono nati da quest'amore, e fanno parte dell'ottava generazione di Nahalia, ovvero i nati senza ali.
È giunto il tempo del Discendit de caelo, e se c'è una cosa che Adam odia è proprio questa stupida tradizione.
Lui non ha bisogno di un anno fra gli umani per decidere cosa fare da grande: LUI SA COSA VUOLE!
La sua vita però sta per cambiare ... il suo incontro con Heather, sebbene non sia dei più dolci, scombinerà la sua vita, i suoi piani.
Adam dovrà presto rispondere ad una domanda: siamo destinati ad essere quello che altri hanno deciso per noi o l'amore può sconvolgerci a tal punto da travolgere le nostre vite?
Cosa sarà disposto a sacrificare Adam per amore?
E TU ... TU COSA FARESTI PER AMORE?

Ma l'amore non è il solo ostacolo … qualcuno trama nell'ombra per rubare le ali ad un angelo e quale più ghiotta occasione del Discendit de caelo?







   Adam









 Heather

Segnalazione - Il moccioso - Patricia Logan



TITOLO: Il Moccioso
TITOLO ORIGINALE: The Brat
AUTORE: Patricia Logan
AMBIENTAZIONE: California
TRADUZIONE: Alessia Esposito per Quixote Translations
GENERE: Contemporaneo
FORMATO: E-book
SERIE: Bodyguards Marines #3
DATA DI USCITA: 28 Settembre 2017
PREZZO: € 4,47 su Amazon



TRAMA

Charles Fordham III è stato espulso da Oxford e rimandato a casa con la coda tra le gambe. L’autoproclamatosi “moccioso” ha fatto sì che la passasse sempre liscia grazie all’influenza e ai soldi di suo padre. L’alta e muscolosa guardia del corpo ed ex Marine sarà una vera sorpresa per il povero Chas… ma giorni anche più scoraggianti lo aspettano. I suoi anni all’estero l’avranno preparato per le aspettative di suo padre, quando sarà forzato a essere all’altezza della sua eredità?

Tate Heston torna a casa dall’Iraq quando la sua amata carriera viene infranta da uno IED. È abituato a far diventare uomini dei ragazzini, per poi portarli in battaglia, dove talvolta i buoni perdono. Per questo esita ad accettare di proteggere un moccioso viziato, ma crede di poter fare ciò che gli riesce meglio… rendere il giovane Chas un uomo.

Non tutti vogliono che il moccioso segua le orme di suo padre. Le cose sono andate avanti benissimo per anni: il ritorno di Charles Fordham III e la conseguente riorganizzazione spaventano i nemici della sua famiglia. Ma quando il ragazzo assume il posto che gli spetta di diritto, Tate capisce che a volte deve portare la battaglia dal nemico… indipendentemente dal campo in cui si trova, e a volte può essere una sala riunioni.